REGOLAZIONE DELLA MECCANICA

Oltre all'accordatura e all'intonazione, fondamentale è la regolazione della meccanica, operazione anch'essa molto delicata che prevede l'utilizzo di strumenti e attrezzi che consentono al Maestro accordatore di verificare il corretto funzionamento dei cavalletti, l'allineamento dei tasti, la scorrevolezza dei perni, il corretto ritorno degli smorzatori e l'eliminazione di eventuali fastidiosi "rumori di meccanismo".

Accordatura, intonazione e registrazione: ecco il "magico accordo" per ottenere il massimo da un Pianoforte.

Nelle foto allegate vedrete anche vari modelli di intonatori, da utilizzare per martelliere di diversa durezza e per modificare la timbrica del suono.

Vi sono, inoltre, vari tipi di chiavi per l'accordatura con "passi" di diversa misura, da utilizzare per il diverso diametro delle caviglie.

La chiave per accordare deve quindi essere adatta al pianoforte che si sta trattando. Uno strumento non adatto pregiudicherebbe l'esito dell'accordatura, oltre ad arrecare danni irreversibili allo strumento.

È un universo di rapporti fra parti e funzioni, che consente al pianista di esprimere la sua arte. Tutti i pianisti hanno diritto ad un pianoforte che risponda alle loro esigenze espressive.

Per il bambino che si avvicina per la prima volta a questa meravigliosa scatola magica è importantissimo il primo contatto, come in tutte le cose, del resto se l'approccio allo strumento è sgradevole (timbro troppo squillante, tastiera pesante o poco modulabile) il bambino cercherà un altro modo per esprimere le proprie emozioni.

 

                                                                             Cesare Talamo

Condividi

Carrello